Vertice delle organizzazioni datoriali dei paesi del G20 – B20

I rappresentanti delle organizzazioni datoriali dei paesi del G20 hanno tenuto il loro vertice conclusivo a Roma il 7 e 8 ottobre, chiedendo ai capi di Stato e di governo di atturare riforme per accelerare l’uscita dalla crisi.

Comunicato stampa | 8 ottobre 2021
In vista del vertice dei capi di Stato e di governo del G20, i rappresentanti delle organizzazioni datoriali dei paesi membri (Business 20, o B20) si sono riuniti a conclusione delle attività svolte durante la presidenza Italiana del G20. In particolare, durante la presidenza Italiana del G20, il gruppo di engagement del B20 è stato presieduto da Confindustria, la principale organizzazione imprenditoriale in Italia. Le attività si sono svolte durante l’anno attraverso sette gruppi di lavoro, che hanno elaborato proposte di riforme in alcuni degli ambiti strategici di politica economica, quali (i) il commercio e gli investimenti, (ii) l’energia e l’efficienza energetica, (iii) la corruzione e il rispetto delle leggi, (iv) l’occupazione e il sistema educativo, (v) le trasformazioni digitali, (vi) la finanza e le infrastrutture, e (vii) la salute e le scienze naturali. Questi gruppi di lavoro sono stati presieduti da CEO di importanti aziende Italiane, congiuntamente con i CEO di altre aziende dei paesi del G20, e hanno visto ognuna la partecipazione di circa 100 esperti nel settore. Ogni gruppo di lavoro ha prodotto nel corso dell’anno di presidenza Italiana del G20, un rapporto in cui i rappresentanti delle organizzazioni datoriali dei paesi del G20 hanno riassunto le principali raccomandazioni in materia. Il rapporto preparato dal gruppo di lavoro sull’occupazione e l’educazione, ha evidenziato l’importanza di fornire ai lavoratori le competenze necessarie per avere successo in un contesto di rapidi cambiamenti nel mondo del lavoro, la necessità di migliorare il sistema legislativo per sostenere la crescita economica e l’aumento della produttività, l’impegno a creare mercati del lavoro più inclusivi attraverso l’eliminazione di disuguaglianze strutturali. Ai contributi forniti dai gruppi di lavoro, si sono poi aggiunte attività specifiche nell’ambito della sostenibilità e le emergenze globali, e sull’empowerment femminile.

Tutte queste proposte sono state presentate nel corso del vertice conclusivo del B20, tenutosi il 7 e 8 Ottobre a Roma in forma ibrida. Il vertice, organizzato da Confindustria, ha visto la partecipazione dei rappresentanti dei governi dei paesi del G20, esponenti del settore privato, ed esperti del mondo della ricerca e del no-profit. Nel primo giorno di lavori, i risultati dei gruppi di lavoro interni al B20 sono stati presentati ai diversi Ministri Italiani competenti in materia, nella loro funzione di rappresentanti dei governi dei paesi del G20. Il secondo giorno ha invece visto gli interventi da parte di esperti del mondo della ricerca, delle organizzazioni internazionali e del settore privato, che hanno discusso le opportunità e le sfide poste dalla ripresa economica. Le conclusioni dei lavori sono state riassunte in un Communiqué conclusivo, che è stato posto all’attenzione dei capi di Stato e di governo in vista del loro vertice di fine Ottobre. In questo documento, i rappresentanti delle organizzazioni datoriali dei paesi del G20, hanno sottolineato l’importanza di rafforzare il ruolo dei giovani e delle donne nel mercato del lavoro, garantendo pari opportunità per tutti. Il documento si sofferma anche sulla necessità di promuovere il commercio estero, sostenere l’adozione di nuove tecnologie, e rinforzare l’accesso alla finanza per le piccole e medie imprese. L’iniziativa speciale sull’empowerment femminile, ambisce poi a fornire delle proposte volte ad aumentare la partecipazione delle donne al mondo del lavoro, e a far crescere la loro rappresentanza in ruoli manageriali e di leadership. In totale, il Communiqué del B20 include 32 raccomandazioni di politica, 93 proposte di interventi e 34 indicatori per monitorare il progresso ottenuto in queste aree.

Le attività del B20 si inseriscono all’interno di quelle svolte dai gruppi di engagement all’interno del G20. In particolare, l’OIL ha contribuito alle attività portate avanti dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali (Labour 20), che a loro volta hanno svolto un vertice conclusivo a Roma presentando le loro richieste ai capi di Stato e di governo. Inoltre, altre attività sono state organizzate sotto la presidenza Italiana del G20 dai rappresentanti dei giovani (Youth 20), e delle donne (Women 20). In questi contesti, gli esperti dell’OIL hanno fornito assistenza tecnica nella preparazione dei documenti e hanno partecipato ad incontri preparatori e eventi pubblici.