È ora di porre fine alla violenza e alle molestie nel mondo del lavoro

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e dei 16 giorni di campagna contro la violenza di genere, il Direttore generale dell’OIL Gilbert F. Houngbo ha esortato tutti i paesi a ratificare e attuare la Convenzione 190 dell’OIL per porre fine alla violenza e le molestie nel mondo del lavoro.

Dichiarazione | 25 novembre 2022

La violenza e le molestie sul lavoro minano la dignità di lavoratrici e lavoratori e la loro capacità di assicurarsi il sostentamento. Sul luogo di lavoro, negli spazi pubblici o a casa, la violenza e le molestie constituiscono una delle manifestazioni più diffuse al mondo di violazione o abuso dei diritti umani.

La violenza e le molestie sul lavoro rappresentano un grave costo sociale ed economico per gli individui, le famiglie e la società. I costi includono quelli relativi alla perdita di reddito e produttività, e ai servizi pubblici. 

Tre anni fa, l’OIL ha adottato il primo trattato internazionale sulla violenza e le molestie nel mondo del lavoro: la Convenzione OIL n. 190 e la relativa Raccomandazione n. 206.

La Convenzione  n.190 dell’OIL riconosce il diritto di tutti a un mondo del lavoro libero da violenza e molestie, comprese quelle di genere.

La Convenzione riconosce inoltre che le donne, così come le persone appartenenti a gruppi vulnerabili, sono maggiormente a rischio. Per questo essa chiede di adottare un approccio inclusivo, integrato e basato sul genere per prevenire e eliminare tutte le forme di violenza e molestie sul lavoro.

Per rendere questo diritto una realtà e non lasciare indietro nessuno, è necessario che tutti i paesi ratifichino e attuino la C190.

La ratifica universale aiuterà a garantire una vita basata sulla dignità e il rispetto di tutti e contribuirà al nostro obiettivo di promuovere il lavoro dignitoso e la giustizia sociale.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, esorto tutti i paesi a ratificare e attuare la C190.