Giornata mondiale della giustizia sociale 2022

Messaggio del Direttore Generale dell’OIL in occasione della Giornata mondiale della giustizia sociale 2022

In occasione della Giornata mondiale della giustizia sociale 2022, il Direttore Generale dell’OIL, Guy Ryder, afferma che la comunità internazionale ha un’occasione unica per promuovere una ripresa dalla crisi generata dal COVID-19 che garantisca la giustizia sociale per tutti e protegga il pianeta da cui dipendiamo.

Data d’emissione: 18 febbraio 2022 |

È difficile pensare a un momento in cui la richiesta di giustizia sociale sia stata più chiara, o ancora maggiore.   

La crisi del COVID-19 ha esacerbato le disuguaglianze, sia all’interno che tra paesi.

È stata chiamata la “grande divergenza”.

Le divisioni economiche e sociali sono aumentate.

Coloro che prima della pandemia si trovavano in una situazione di vulnerabilità — giovani, donne, lavoratori informali e migranti, piccole imprese — sono stati maggiormente colpiti dalla crisi.

Niente di tutto questo è inevitabile. Dipende dalle scelte che facciamo, dalle decisioni che prendiamo.

La Giornata mondiale della giustizia sociale di quest’anno giunge in un momento cruciale. I responsabili delle politiche stanno lavorando per la ripresa della pandemia.

Le loro scelte stabiliranno la direzione del cambiamento. Adottando le misure giuste, possiamo plasmare la ripresa nel modo che vogliamo.

È necessaria una ripresa incentrata sulle persone, che promuova la giustizia sociale per tutti e protegga il pianeta da cui tutti dipendiamo.

Tra le priorità vi è la formalizzazione dell’economia informale, dove il 60 per cento dei lavoratori nel mondo si guadagna ancora da vivere, spesso in povertà, con pochi diritti o protezioni.

Le altre priorità dovrebbero includere:
  • Protezione sociale universale,
  • Protezione dei lavoratori e sostenibilità delle imprese,
  • Posti di lavoro dignitosi e crescita economica inclusiva,
  • Nonché la creazione di una giusta transizione verso un’economia globale a zero emissioni di carbonio.
A tal fine, è necessaria una maggiore e più coerente cooperazione tra i paesi e tra le organizzazioni multilaterali.

È una sfida enorme. Ma abbiamo già una tabella di marcia a guidarci.

Gli Stati membri dell’OIL hanno adottato all’unanimità un Appello globale all’azione per una ripresa dal COVID-19. L’appello chiede una ripresa incentrata sulle persone e basata sui principi di inclusione, resilienza, sostenibilità e lavoro dignitoso per tutti.

Per dare seguito a questo appello, alla fine del mese l’OIL convocherà un Forum globale per analizzare le modalità attraverso le quali trasformare questo appello in un’azione forte e coerente.

Siamo in un momento cruciale. Non solo per la ripresa dal COVID-19, ma per il futuro delle nostre società.

Abbiamo una possibilità unica per plasmare una ripresa che garantisca una maggiore giustizia sociale.

Non dobbiamo perdere questa opportunità.