Riunione dei ministri della Cultura del G20

I ministri della Cultura del G20 sostengono gli obiettivi di lavoro dignitoso dell’OIL

I ministri del G20 hanno ribadito il loro sostegno al lavoro dignitoso nelle industrie culturali e creative, compreso l’allineamento alle norme internazionali del lavoro, la formazione delle competenze, una protezione sociale efficace e il rafforzamento dei canali di dialogo.

Comunicato stampa | 29 agosto 2023
VARANASI, India (notizie OIL) — L’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) ha accolto con favore il documento finale dei ministri della Cultura del G20 sulla cultura e lo sviluppo sostenibile e ha chiesto l’integrazione degli obiettivi di lavoro dignitoso nelle politiche culturali attuali e future.

Nel suo intervento durante la riunione, Satoshi Sasaki, vicedirettore dell’Ufficio OIL per l’India, ha elogiato il sostegno dei ministri alle politiche che promuovono il lavoro dignitoso e la crescita e lo sviluppo inclusivi nel settore culturale e creativo. Tra le misure evidenziate dai ministri nel loro documento conclusivo vi è l’invito a rafforzare la cooperazione e il dialogo in linea con le norme internazionali del lavoro, lo sviluppo di sistemi retributivi adeguati e di una protezione sociale adeguata e completa nel settore, come pure il sostegno alla transizione verso l’economia formale.

“L’OIL sostiene con forza l’invito a rafforzare la cooperazione per far progredire le considerazioni etiche, giuridiche e tecniche per collocare la cultura in un ambiente digitale più equo, affrontando le questioni della protezione della proprietà intellettuale, della trasparenza e del diritto al consenso all’uso”, ha dichiarato Sasaki. "L’OIL è pronta a sostenere gli Stati membri del G20 e i ministri della Cultura per garantire l’integrazione degli obiettivi di lavoro dignitoso nelle politiche culturali attuali e future”.

“Uniamo le forze per promuovere un’equa retribuzione, un’adeguata e completa copertura di protezione sociale e una giusta transizione verso l’ambiente digitale, affinché il settore possa davvero contribuire a un mondo più inclusivo e prospero”, ha aggiunto.

Il documento finale della riunione richiede inoltre maggiori investimenti nella formazione delle competenze, nell’assistenza tecnica e nell’apprendimento permanente, in particolare per le donne, i giovani e i gruppi emarginati e vulnerabili. Il documento riafferma l’impegno al multilateralismo e sottolinea il ruolo della cultura come fattore abilitante e trainante dello sviluppo sostenibile e della resilienza e rigenerazione delle economie e delle società.

Il documento finale è stato pubblicato al termine della riunione dei ministri, che si è svolta a Varanasi, in India, il 26 agosto 2023. L’India detiene attualmente la presidenza di turno del G20 e i risultati della riunione dei ministri della Cultura confluiranno nel vertice dei leader del G20 che si terrà a Nuova Delhi il 9–10 settembre 2023.