Violenza e molestie sul lavoro

Le molestie sul lavoro, stalking e mobbing — Trasmissione radiofonica ANMIL

Articolo | 7 luglio 2020

Contrastare la violenza e le molestie nel mondo del lavoro, nelle le molteplici forme in cui queste si verificano, è stato il tema della trasmissione radiofonica del 7 luglio diretta dall’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro (ANMIL). Ha partecipato alla trasmissione il Dirtettore dell’Ufficio OIL per l’Italia e San Marino, Gianni Rosas, che ha focalizzato il suo intervento sugli aspetti innovativi della Convenzione dell’OIL (n. 190) sulla violenza e le molestie nel mondo del lavoro, adottata lo scorso anno dalla Conferenza Internazionale del Lavoro.

La Convenzione è il primo trattato internazionale sul tema della violenza e delle molestie nel mondo del lavoro ed è uno strumento lungimirante che riconosce questi fenomeni come una violazione o un abuso dei diritti umani. La convenzione introduce una serie di innovazioni: oltre a fornire una definizione omnicomprensiva di violenza e molestie nel mondo del lavoro, essa estende l’ambito di applicazione al “mondo del lavoro” e proteggere tutti i lavoratori e le lavoratrici indipendentemente dal loro status contrattuale.

Come ribadito dal Direttore Gianni Rosas, la Convenzione è un trattato internazionale che — una volta ratificato — obbliga gli Stati membri a rispettare, applicare e premuovere il diritto universale ad un mondo del lavoro libero da violenza e molestie attraverso un approccio inclusivo, integrato e basato sul genere. Nell’adozione di questo approccio, i Membri dovranno disciplinare la violenza e le molestie nel mondo del lavoro attraverso la legislazione del lavoro, quella relativa alla salute e la sicurezza sul lavoro, all’eguaglianza e alla non discriminazione, e, se del caso, nel diritto penale.

Per promuovere una cultura di “Tolleranza zero alla violenza e le molestie nel mondo del lavoro”, l’Ufficio OIL per l’Italia e San Marino ha promosso una campagna di comunicazione che include numerose attività. Tra queste: l’analisi delle politiche, istituzioni e meccanismi della loro applicazione e controllo; attività di seminariali e di informazione per i costituenti tripartiti; e altre iniziative di informazione e sensibilizzazione sull’eliminazione della violenza e le molestie nel mondo del lavoro che includono l’analisi delle politiche.

L’importanza della ratifica della Convenzione dell’OIL n.190 da parte dell’Italia è stata inoltre approfondita nel corso della trasmissione radiofonica. Come riconosciuto dai partecipanti che alla trasmissione, l’approvazione della proposta di legge recante Ratifica ed esecuzione della Convenzione dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) n. 190  sull’eliminazione della violenza e delle molestie sul luogo di lavoro, attualmente in fase di discussione in seno al Parlamento italiano, apporterebbe un tassello in più alla legislazione italiana e affinché vengano recepiti alcuni elementi della Convenzione che non sono presenti nella legislazione nazionale e affinché venga estesa l’efficacia dell’azione di prevenzione e contrasto al fenomeno.