Video

2011

  1. Lavorare insieme per promuovere l'occupazione giovanile in Serbia

    3 marzo 2011

    La crisi economica mondiale ha colpito duramente la Serbia e in particolare i suoi giovani, che stanno vivendo "una crisi nella crisi". Spesso, ciò che i giovani apprendono a scuola non corrisponde alle effettive richieste del mercato e questo rende più difficile trovare un lavoro. La situazione è ancora più complessa per coloro che hanno abbandonato gli studi. Il governo serbo, congiuntamente con i sindacati e le organizzazioni dei datori di lavoro, ha elaborato una nuova politica di intervento per offrire ai giovani, specialmente a coloro che hanno un basso livello di istruzione, l'opportunità di trovare un lavoro dignitoso e stabile.

  2. Giovani e lavoro in Kosovo

    3 marzo 2011

    Più di dieci anni fa il Kosovo è stato protagonista di un sanguinoso conflitto che ha dilaniato il paese per quasi due anni provocando gravi e durature conseguenze nel tessuto economico e sociale. All'inizio del 2000, l'economia kosovara si trovava ad affrontare una duplice sfida: la riparazione dei danni strutturali provocati dal conflitto e la transizione all'economia di mercato. È in queste circostanze che l'ILO avvia nel 2001 un progetto per lo sviluppo del capitale umano e la promozione dell'occupazione giovanile.

  3. Sviluppo delle competenze in Libano

    3 marzo 2011

    Sono passati quattro anni dalla devastante guerra che ha colpito il sud del Libano. Nel quadro del processo di ricostruzione, è stato istituito un nuovo programma di formazione professionale nel settore dell'edilizia rivolto a gruppi di giovani a rischio di disoccupazione a lungo termine. Uno dei più brillanti fra i partecipanti a questo programma è anche il più inaspettato; sta per diventare, infatti, la prima donna elettricista del Libano del sud.

  4. Uscire dalla crisi finanziaria in Argentina

    23 febbraio 2011

    Uscire dalla crisi finanziaria in Argentina Nel dicembre 2001 l’Argentina cade nella peggiore crisi finanziaria della sua storia. In risposta alla forte crescita della disoccupazione, l’Organizzazione Internazionale del lavoro ha avviato una collaborazione con il governo per adattare la formazione occupazionale ai bisogni dei settori emergenti, come ad esempio l’industria del turismo.

  5. India: marionette contro il lavoro minorile

    23 febbraio 2011

    L'arte delle marionette ricopre un ruolo importante nell'antica tradizione della narrazione indiana. Per secoli sono state utilizzate non solo per intrattenere, ma anche per educare, ispirare e addirittura curare i malati e i disabili. Ora questa antica forma d'arte è impiegata in un modo nuovo, per combattere la piaga del lavoro minorile in India.

  6. India: combattere il lavoro minorile con le rappresentazioni di strada

    23 febbraio 2011

    Come per ogni problema complesso, le cause del lavoro minorile sono molteplici: fattori sociali, economici, culturali e politici giocano tutti un ruolo cruciale. Forse il modo migliore per aiutare le persone a comprendere e combattere la piaga del lavoro minorile è mettersi nei loro panni, utilizzando storie provenienti dalla vita reale. In India, questo approccio particolare sta ottenendo ottimi risultati e si sta diffondendo per le strade di centinaia di villaggi.

  7. India: far sentire la propria voce nell’industria della seta

    23 febbraio 2011

    Quando le famiglie non hanno fonti di reddito immediate spesso vedono nel lavoro dei loro figli l'unica soluzione possibile e, poiché anche i genitori a loro volta hanno lavorato quando erano piccoli, la piaga del lavoro minorile si trasmette di generazione in generazione. Ma nell'industria indiana della seta, oggi le madri stanno rompendo questo circolo vizioso. Inoltre, grazie ad un'iniziativa di successo, stanno facendo sentire la propria voce nelle loro famiglie e comunità e in una società che cambia per il meglio.

  8. Prevenzione dell’HIV/AIDS fra le donne dell’Etiopia rurale

    23 febbraio 2011

    Quando si parla di HIV/AIDS alle comunità dell'Etiopia rurale una delle principali difficoltà è che la maggior parte delle donne non parlano volentieri e senza imbarazzo dei propri problemi e temono di essere isolate e discriminate se i loro partner sono sieropositivi. Ma una donna eccezionale sta cambiando tutto questo.

  9. L’industria navale argentina rinasce con nuove competenze e nuovi volti

    23 febbraio 2011

    Mar del Plata, città a sud di Buenos Aires, è una popolare località balneare e uno dei maggiori porti dell'Argentina. Per anni la città ha avuto una fiorente industria navale, ma, in seguito alla liberalizzazione dell'economica promossa dal governo negli anni '90, la maggior parte dei cantieri è stata costretta a ridurre la produzione o a chiudere. Il programma AREA ha aiutato queste attività a rialzarsi, riunendo lavoratori, imprenditori e istituti di formazione per rispondere insieme ai bisogni del settore.

  10. Uscire dalla crisi finanziaria in Argentina

    23 febbraio 2011

    Uscire dalla crisi finanziaria in Argentina Nel dicembre 2001 l’Argentina cade nella peggiore crisi finanziaria della sua storia. In risposta alla forte crescita della disoccupazione, l’Organizzazione Internazionale del lavoro ha avviato una collaborazione con il governo per adattare la formazione occupazionale ai bisogni dei settori emergenti, come ad esempio l’industria del turismo.