Accordo tra FIFA e ILO. Alleanza tra mondo dello sport e mondo del lavoro contro il lavoro minorile

La Federazione internazionale di Calcio (FIFA) e l’Organizzazione internazionale del Lavoro (ILO) hanno concordato di far convergere il mondo dello sport e quello del lavoro in una campagna mondiale senza precedenti contro il lavoro minorile.

Comunicato stampa | 13 febbraio 2003

ZURIGO-GINEVRA (Notizie dell’ILO) – La Federazione internazionale di Calcio (FIFA) e l’Organizzazione internazionale del Lavoro (ILO) hanno concordato di far convergere il mondo dello sport e quello del lavoro in una campagna mondiale senza precedenti contro il lavoro minorile.

Sotto l’egida della campagna « Cartellino rosso al lavoro minorile » precedentemente avviata dall’ILO, la nuova alleanza tra ILO e FIFA instaura una collaborazione tra il mondo del calcio e l’ILO e i sui componenti tripartiti per tentare di mobilitare le coscienze sul problema del lavoro minorile e fronteggiarne le cause nell’industria dello sport come in altri settori.

Sono altresì chiamati a partecipare all’iniziativa i diversi enti sportivi internazionali, l’industria degli articoli sportivi, gli organismi non governativi rappresentativi, gli organismi caritativi e le diverse istituzioni internazionali nonché rappresentanti della società civile.

La decisione di fare causa comune è stata presa il 10 febbraio a Zurigo dal Presidente delle FIFA, Joseph Blatter e dal Direttore esecutivo dell’Ufficio internazionale del Lavoro, Kari Tapiola. Ha dichiarato Joseph Blatter : « Questo sforzo comune dimostra che la FIFA è consapevole delle sue responsabilità sociali, soprattutto nei confronti dei giovani ». Secondo Kari Tapiola : « Il lavoro minorile costituisce un problema molto grave che colpisce oggi un bambino su sei nel mondo. Essendo una delle quattro disposizioni chiave della Dichiarazione dell’ILO sui principi e i diritti fondamentali nel lavoro, l’eliminazione del lavoro minorile ha raccolto il consenso della comunità internazionale. Poiché la realizzazione di questo obiettivo richiederà un’azione a largo raggio su tutti i fronti, siamo molto lieti di accogliere la FIFA nella nostra squadra per agire nel senso della mobilitazione delle coscienze e della creazione di un mondo senza lavoro minorile ».

La collaborazione tra la FIFA e l’ILO verterà sui punti seguenti :

  • ideazione e realizzazione di una strategia comune atta a suscitare l’adesione di altre organizzazioni alla campagna ;
  • coordinamento e rafforzamento dei programmi di azione per l’eliminazione del lavoro minorile nella produzione degli articoli sportivi e in altri settori industriali ;
  • rafforzamento della visibilità e dell’impatto della campagna dell’ILO « Cartellino rosso al lavoro minorile », promuovendo l’adesione da parte delle federazioni di calcio e delle squadre in tutto il mondo ;
  • instaurazione della collaborazione degli attori competenti per valutare le diverse iniziative nella prospettiva della lotta al lavoro minorile nel mondo dello sport (prodotti e servizi), e ricerca di una base comune per nuove iniziative.

Dichiara inoltre Joseph Blatter : « L’esperienza della nostra organizzazione in materia di lavoro minorile ha fatto risaltare la necessità di una iniziativa globale, non ristretta alle possibilità limitate di una istituzione sportiva che, da sola, non dispone della perizia né dei mezzi sufficienti a risolvere il problema. Tramite la nostra collaborazione con l’ILO, ci viene offerta la possibilità di rivolgere un messaggio congiunto, atto a sensibilizzare ampie fasce della società, sia nei paesi donatori che destinatari, sui danni provocati dal lavoro minorile e sull’urgenza a mobilitarsi per porrci fine ».