« back to the search result list(it)  
1,1-DIFLUOROETANOICSC: 1729
Etano, 1,1,-difluoro-
Fluoruro di etilene
HFC-152a
Freon 152a
Marzo 2009
CAS #: 75-37-6
UN #: 1030
EC Number: 200-866-1

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Estremamente infiammabile. Emana fumi (o gas) irritanti o tossici nella fiamma.  Miscele di gas/aria sono esplosive.  Evitare fiamme libere, scintille e non fumare.  Sistema chiuso, ventilazione, apparecchi elettrici e di illuminazione a prova di esplosione. Prevenire la formazione di cariche elettrostatiche (ad es. mediante messa a terra). Usare strumenti manuali antiscintilla.  Usare biossido di carbonio, polvere, getto d'acqua.  In caso di incendio mantenere fredda la bombola irrorando con acqua. Combattere il fuoco da una posizione protetta. 

   
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Vertigine. Sonnolenza. Perdita di conoscenza. Soffocamento.  Utilizzare ventilazione.  Aria fresca, riposo. 
Cute A CONTATTO CON LIQUIDO:CONGELAMENTO.  Guanti isolanti dal freddo.  IN CASO DI CONGELAMENTO:sciacquare con abbondante acqua, NON rimuovere i vestiti. Sottoporre all'attenzione del medico . 
Occhi Vedi Cute.  Indossare occhiali protettivi a mascherina o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Prima sciaquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile), quindi sottoporre all'attenzione del medico. 
Ingestione   Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro.   

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Rimuovere tutte le sorgenti di accensione. Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: tuta di protezione da composti chimici munita di autorespiratore. Ventilazione. Rimuovere il vapore con acqua nebulizzata. Mai usare il getto d'acqua sul liquido. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

flam;flamecylinder;gas
PERICOLO
Gas altamente infiammabile
Contiene gas sotto pressione; può esplodere se riscaldato 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 2.1 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Separato da materiali non compatibili. Conservare in un locale ben ventilato. 
IMBALLAGGIO
 
1,1-DIFLUOROETANO ICSC: 1729
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
GAS INCOLORE INODORE COMPRESSO LIQUEFATTO . 

Pericoli da agenti fisici
Il gas forma una miscela intima con l'aria, si formano facilmente miscele esplosive. Le cariche elettrostatiche possono essere generate dal flusso, dall'agitazione, etc. 

Rischio chimico
Si decompone rapidamente per riscaldamento e per combustione. Questo produce fumi tossici e irritanti incluso acido fluoridrico e monossido di carbonio. Reagisce con le ammine, gli agenti riducenti, i forti ossidanti e gli epossidi. 

Formula: C2H4F2
Massa atomica: 66.1
Punto di ebollizione: -24.7°C
Punto di fusione: -117°C
Densità (per il liquido): 0.91 g/cm³
Densità (a 0°C): 0.00304 g/cm³
Solubilità in acqua, g/100ml a 25°C: 0.02 (veramente scarsa)
Tensione di vapore, kPa a 20°C: 516
Densità relativa del vapore (aria = 1): 2.3
Flash point: Gas infiammabile
Temperatura di autoaccensione: 455°C
Limiti di eplosività, vol% in aria: 3.7-18
Coefficiente di ripartizione ottanolo/acqua come log Pow: 0.75  


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione. 

Effetti di esposizione a breve termine
Una rapida evaporazione del liquido può provocare congelamento. La sostanza può provocare effetti sul sistema cardiovascolare. Ciò può provocare disturbi cardiaci. L'esposizione ad alti livelli potrebbe provocare perdita di coscienza. 

Rischi per inalazione
In caso di perdita, questa sostanza può causare asfissia per diminuzione del contenuto di ossigeno atmosferico in ambienti confinati. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
 


Limiti di esposizione occupazionale
 

AMBIENTE
 

NOTE
Capovolgere la bombola che perde nella parte superiore per prevenire fuoriuscita di gas liquefatto.
Check oxygen content before entering area. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018