« back to the search result list(it)  
DICLOROACETILENEICSC: 1426
DicloroetinoOttobre 2001
CAS #: 7572-29-4

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Emana fumi (o gas) irritanti o tossici nella fiamma.  Miscele di vapore/aria sono esplosive. Esplosivo.  Evitare fiamme libere, scintille e non fumare. Evitare il contatto con acidi o agenti ossidanti. Evitare il contatto con superfici calde.  Sistema chiuso, ventilazione, apparecchi elettrici e di illuminazione a prova di esplosione. NON esporre a sfregamento o urti.  Usare getto d'acqua, schiuma, biossido di carbonio.  Combattere il fuoco da una posizione protetta. In caso di incendio mantenere fredda la bombola irrorando con acqua. 

 IGIENE RIGOROSO!  
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Mal di testa. Nausea. Vomito. Mal di gola. Vertigine. Paralisi facciale, intorpidimento e tremori.  Utilizzare sistema chiuso o ventilazione.  Aria fresca, riposo. Richiedere assistenza medica. 
Cute   Guanti protettivi.  Sciacquare e poi lavare la cute con acqua e sapone. 
Occhi Arrossamento.  Indossare occhiali di sicurezza o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Prima sciaquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile), quindi sottoporre all'attenzione del medico. 
Ingestione Dolori addominali. Inoltre vedi Inalazione.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro.  Sottoporre all'attenzione del medico . Risciacquare la bocca. 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Rimuovere tutte le sorgenti di accensione. Non smaltire in fognatura. Protezione personale: respiratore con filtro per vapori organici a basso punto di ebollizione idoneo alla concentrazione atmosferica della sostanza. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

 

Trasporto
Classificazione ONU
 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Separato da acidi forti e ossidanti. Freddo. Ben chiuso. Conservare in un locale ben ventilato. 
IMBALLAGGIO
A tenuta d'aria. 
DICLOROACETILENE ICSC: 1426
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
LIQUIDO OLEOSO CON ODORE CARATTERISTICO. 

Pericoli da agenti fisici
 

Rischio chimico
Può decomporsi in modo esplosivo per urto, sfregamento o urto violento. Può esplodere per riscaldamento. Si decompone per riscaldamento. Questo produce fumi tossici inclusi cloro. Reagisce violentemente con gli ossidanti e gli acidi. 

Formula: C2Cl2
Massa molecolare: 94.9
Punto di ebollizione: 32°C (esplode)
Punto di fusione: -66°C
Densità relativa (acqua = 1): 1.2
Solubilità in acqua: nessuna
Densità relativa del vapore (aria = 1): 3.3
Flash point: vedi Note 


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione dei suoi vapori. 

Effetti di esposizione a breve termine
La sostanza può provocare effetti sul sistema nervoso e sui reni. Ciò può provocare lesioni dei tessuti ridotta funzionalità disfunzione renale. 

Rischi per inalazione
Può essere raggiunta molto rapidamente una concentrazione dannosa in aria per evaporazione della sostanza a 20°C. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
 


Limiti di esposizione occupazionale
TLV: 0.1 ppm as STEL; A3 (confirmed animal carcinogen with unknown relevance to humans).
MAK: carcinogen category:

AMBIENTE
 

NOTE
The substance is combustible but no flash point is available in literature.
Combustion in a confined space may turn into detonation.
The occupational exposure limit value should not be exceeded during any part of the working exposure.
The substance is not commercially available, but it is a decomposition product of trichlorethylene, trichloroethane and it is also a by-product of vinylidene chloride. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
Simbolo: E, Xn; R: 2-40-48/20; S: (2)-36/37 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018