« back to the search result list(it)  
1,1,1,2-TETRAFLUOROETANOICSC: 1281
HFC 134aMarzo 1998
CAS #: 811-97-2
UN #: 3159
EC Number: 212-377-0

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Non combustibile. Emana fumi (o gas) irritanti o tossici nella fiamma.    Evitare fiamme libere. Evitare il contatto con superfici calde.    In caso di incendio nell'ambiente circostante, utilizzare appropriati mezzi estinguenti.  In caso di incendio mantenere fredda la bombola irrorando con acqua. 

   
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Vertigine. Sonnolenza. Letargia.  Utilizzare aspirazione localizzata o dispositivi di protezione delle vie respiratorie.  Aria fresca, riposo. Richiedere assistenza medica. 
Cute A CONTATTO CON LIQUIDO:CONGELAMENTO.  Guanti isolanti dal freddo.  IN CASO DI CONGELAMENTO:sciacquare con abbondante acqua, NON rimuovere i vestiti. 
Occhi   Indossare Occhiali protettivi a mascherina.   
Ingestione      

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Mai usare il getto d'acqua sul liquido. Non permettere la contaminazione dell'ambiente da parte del prodotto chimico. Protezione personale: tuta di protezione da composti chimici munita di autorespiratore. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 2.2 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Conservare in un locale ben ventilato. 
IMBALLAGGIO
 
1,1,1,2-TETRAFLUOROETANO ICSC: 1281
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
GAS COMPRESSO LIQUEFATTO CON ODORE CARATTERISTICO. 

Pericoli da agenti fisici
 

Rischio chimico
Si decompone a contato con superfici calde o fiamme. Questo produce fumi tossici e corrosivi. 

Formula: C2H2F4
Massa molecolare: 102.03
Punto di ebollizione: -26°C
Punto di fusione: -101°C
Solubilità in acqua: nessuna
Tensione di vapore, kPa a 25°C: 630
Densità relativa del vapore (aria = 1): 3.5
Coefficiente di ripartizione ottanolo/acqua come log Pow: 1.06  


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione. 

Effetti di esposizione a breve termine
Una rapida evaporazione del liquido può provocare congelamento. La sostanza può provocare effetti sul sistema nervoso centrale e sul sistema cardiovascolare. Ciò può provocare disturbi cardiaci. 

Rischi per inalazione
In caso di perdita, può essere raggiunta molto rapidamente una concentrazione dannosa di questo gas in aria. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
 


Limiti di esposizione occupazionale
MAK: 4200 mg/m3, 1000 ppm; peak limitation category: II(8); pregnancy risk group:

AMBIENTE
Durante il normale uso questa sostanza viene rilasciata nell'ambiente. Tuttavia si deve porre una grande attenzione per impedire ogni rilascio aggiuntivo, per esempio per smaltimento non appropriato. 

NOTE
Do NOT use in the vicinity of a fire or a hot surface, or during welding.
Turn leaking cylinder with the leak up to prevent escape of gas in liquid state. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018