« back to the search result list(it)  
ACIDO PERCLORICO (SOLUZIONE AL 72%)ICSC: 1006
Idrogeno percloratoAprile 2000
CAS #: 7601-90-3
UN #: 1873
EC Number: 231-512-4

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Non combustibile ma può favorire combustione di altre sostanze. Parecchie reazioni possono causare incendio o esplosione. Emana fumi (o gas) irritanti o tossici nella fiamma.  Rischio di incendio e di esplosione a contatto con metalli, agenti riducenti o materiali organici.  Evitare il contatto con sostanze combustibili o agenti riducenti.  NON esporre a sfregamento o urti.  In caso di incendio nell'ambiente circostante: acqua in grandi quantità, getto d'acqua.  In caso di incendio mantenere i contenitori, etc. freddi spruzzando con acqua. Combattere il fuoco da una posizione protetta. 

 PREVENIRE LA FORMAZIONE DI NEBBIE! EVITARE OGNI CONTATTO! IN OGNI CASO CONSULTARE UN MEDICO! 
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Mal di gola. Sensazione di bruciore. Tosse. Difficoltà respiratoria. I sintomi possono comparire in ritardo. Vedi Note.  Utilizzare ventilazione, aspirazione localizzata o dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Utilizzare adeguati controlli tecnici.  Aria fresca, riposo. Posizione semi eretta. Può essere necessaria la respirazione artificiale. Richiedere assistenza medica. Vedi Note. 
Cute Arrossamento. Dolore. Gravi ustioni cutanee.  Guanti protettivi. Vestiario protettivo.  Rimuovere i vestiti contaminati. Sciacquare la cute con abbondante acqua o con una doccia. Sottoporre all'attenzione del medico . 
Occhi Arrossamento. Dolore. Perdita della vista. Gravi ustioni profonde.  Indossare visiera o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Prima sciaquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile), quindi sottoporre all'attenzione del medico. 
Ingestione Bocca secca. Dolori addominali. Sensazione di bruciore. Diarrea. Shock o collasso. Vomito.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro.  Risciacquare la bocca. Non indurre il vomito. Sottoporre all'attenzione del medico . 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: indumento di protezione completa munito di autorespiratore. Non assorbire con segatura o altri materiali assorbenti combustibili. Assorbire il liquido con sabbia o altro adsorbente inerte. Poi immagazzinare e smaltire secondo le normative locali. Neutralizzare il residuo con prudenza. Non smaltire in fognatura. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 5.1; UN Rischi supplementari: 8; UN Gruppo di imballaggio:I 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Vedi Pericoli Chimici. Ben chiuso. 
IMBALLAGGIO
Materiale speciale.
Imballaggio infrangibile.
Collocare gli imballaggi fragili in contenitori infrangibili chiusi. 
ACIDO PERCLORICO (SOLUZIONE AL 72%) ICSC: 1006
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
LIQUIDO INCOLORE CON ODORE PUNGENTE. 

Pericoli da agenti fisici
Assenza di dati. 

Rischio chimico
Può esplodere per riscaldamento. Si decompone per riscaldamento. Questo produce fumi tossici e corrosivi. La sostanza è un ossidante forte. Reagisce violentemente con i materiali combustibili e riducenti, i materiali organici e le basi forti. Questo genera rischio di incendio e di esplosione. Attacca molti metalli. Questo produce gas infiammabile/esplosivo (idrogeno - vedi ICSC 0001). L'acido è instabile se la concentrazione supera il 72%; può eplodere per urto o percussione quando è secco o durante l'essicazione. In miscela con materiale combustibile può incendiarsi spontaneamente a temperatura ambiente 

Formula: ClHO4
Massa molecolare: 100.46
Si decompone a 19°C
Punto di fusione: -112°C
Densità relativa (acqua = 1): 1.76 (22°C)
Solubilità in acqua: miscibile
Densità relativa del vapore (aria = 1): 3.5  


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione e per ingestione. 

Effetti di esposizione a breve termine
Corrosivo. Il vapore è molto corrosivo per gli occhi, la cute e il tratto respiratorio. L'inalazione di vapore o nebbia può provocare edema polmonare. Vedi Note. Gli effetti possono essere ritardati. E'indicata l'osservazione medica. 

Rischi per inalazione
Non può essere fornita alcuna indicazione riguardo la velocità con la quale si raggiunge una concentrazione dannosa della sostanza in aria per evaporazione a 20°C. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
 


Limiti di esposizione occupazionale
 

AMBIENTE
La sostanza è nociva per gli organismi acquatici. 

NOTE
DO NOT use perchloric acid in a hood designed for other purposes.
I sintomi dell'edema polmonare spesso non si manifestano prima di alcune ore e sono aggravati dallo sforzo fisico. Sono quindi essenziali riposo e osservazione medica.
Deve essere considerata la somministrazione immediata di appropriata terapia inalatoria da un medico, o da una persona autorizzata.
Rinse contaminated clothing with plenty of water because of fire hazard.
Non aggiungere mai acqua a questa sostanza; per soluzioni o diluizioni aggiungerla sempre lentamente all'acqua. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
Simbolo: O, C; R: 5-8-35; S: (1/2)-23-26-36-45 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018