« back to the search result list(it)  
COBALTO CARBONILEICSC: 0976
Dicobalto octacarbonile
Cobalto tetracarbonile
Octacarbonildicobalto
Aprile 2014
CAS #: 10210-68-1
UN #: 3124
EC Number: 233-514-0

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Auto-riscaldamento. Si può infiammare all'esposizione all'aria. Combustibile. Emana fumi (o gas) irritanti o tossici nella fiamma.    Evitare fiamme libere. Evitare il contatto con agenti ossidanti.    Usare getto d'acqua, polvere, schiuma, biossido di carbonio.   

 PREVENIRE LA DISPERSIONE DELLA POLVERE! IGIENE RIGOROSO!  
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Mal di gola. Tosse. Respiro affannoso. Difficoltà respiratoria.  Utilizzare aspirazione localizzata o dispositivi di protezione delle vie respiratorie.  Aria fresca, riposo. Posizione semi eretta. Richiedere assistenza medica immediata. 
Cute Arrossamento. Dolore.  Guanti protettivi. Vestiario protettivo.  Rimuovere i vestiti contaminati. Sciacquare e poi lavare la cute con acqua e sapone. 
Occhi Dolore. Arrossamento.  Indossare occhiali protettivi a mascherina o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Prima sciaquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile), quindi sottoporre all'attenzione del medico. 
Ingestione Bocca secca. Vedi Note.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro.  Risciacquare la bocca. Dare da bere uno o due bicchieri di acqua. Sottoporre all'attenzione del medico . 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: autorespiratore. Raccogliere la sostanza sversata in contenitori sigillabili coperti. Se è opportuno, preumidificare per evitare la dispersione di polvere Poi immagazzinare e smaltire secondo le normative locali. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

flam;flameskull;toxic
PERICOLO
Autoriscaldante; può infiammarsi
Letale se viene inalato
Nocivo se ingerito
Può provocare irritazione delle vie respiratorie
Vedi Note 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 6.1; 4.2; UN Gruppo di imballaggio:I 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Separato da ossidanti. Ben chiuso. Fare riferimento alle istruzioni del produttore per le corrette condizioni di immagazzinamento. 
IMBALLAGGIO
A tenuta d'aria.
Imballaggio infrangibile.
Collocare gli imballaggi fragili in contenitori infrangibili chiusi.
Non trasportare con alimenti e mangimi. 
COBALTO CARBONILE ICSC: 0976
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
CRISTALLI ARANCIONE. 

Pericoli da agenti fisici
 

Rischio chimico
Si decompone per blando riscaldamento. Si decompone sotto l'influenza di aria. Questo produce fumi tossici di monossido di carbonio e cobalto. Reagisce con gli ossidanti. Questo genera rischio di incendio. 

Formula: C8O8Co2 / (OC)3Co(CO)2Co(CO)3
Massa molecolare: 341.9
Si decompone a 52°C
Punto di fusione: 51°C
Densità (a 20°C): 1.7 g/cm³
Solubilità in acqua a 20°C: nessuna
Tensione di vapore, Pa a 20°C: ~ 200  


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione e per ingestione. 

Effetti di esposizione a breve termine
La sostanza è irritante per gli occhi e la cute. La sostanza è severamente irritante per il tratto respiratorio. L'inalazione può provocare edema polmonare. Vedi Note. Gli effetti possono essere ritardati. E'indicata l'osservazione medica. 

Rischi per inalazione
Può essere raggiunta abbastanza lentamente una concentrazione dannosa in aria per evaporazione di questa sostanza a 20°C; per dispersione, comunque, molto più veloce. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
 


Limiti di esposizione occupazionale
TLV: (as Co): 0.1 mg/m3, as TWA 

AMBIENTE
 

NOTE
I sintomi dell'edema polmonare spesso non si manifestano prima di alcune ore e sono aggravati dallo sforzo fisico. Sono quindi essenziali riposo e osservazione medica.
Gli effetti sull’uomo dovuti all'esposizione alla sostanza non sono stati indagati adeguatamente.
Several manufacturers label this substance for other effects - including the possibility of allergic skin reactions, cancer, reproductive effects, specific target organ toxicity (following repeated exposure) or long-term aquatic hazard - but sufficient data to support these GHS classifications were not found. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018