« back to the search result list(it)  
ZINCO FOSFUROICSC: 0602
Trizinco difosfuroMarzo 2001
CAS #: 1314-84-7
UN #: 1714
EC Number: 215-244-5

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Non combustibile ma può formare gas infiammabile a contatto con acqua o aria compressa.    Evitare il contatto con acidi, acqua o agenti ossidanti.    In caso di incendio nell'ambiente circostante, utilizzare appropriati mezzi estinguenti.  In caso di incendio mantenere i contenitori, etc. freddi spruzzando con acqua. Evitare il contatto diretto con l'acqua. 

 PREVENIRE LA DISPERSIONE DELLA POLVERE! IGIENE RIGOROSO!  
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Tosse. Mal di testa. Spossatezza. Nausea. Diarrea. Vomito.  Utilizzare aspirazione localizzata o dispositivi di protezione delle vie respiratorie.  Aria fresca, riposo. Posizione semi eretta. Richiedere assistenza medica. 
Cute Sensazione di bruciore.  Guanti protettivi.  Rimuovere i vestiti contaminati. Sciacquare e poi lavare la cute con acqua e sapone. 
Occhi Dolore. Fotofobia.  Indossare Occhiali protettivi a mascherina.  Prima sciaquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile), quindi sottoporre all'attenzione del medico. 
Ingestione Dolori addominali. Nausea. Scoordinazione. Affaticamento. Vomito. Tosse. Diarrea. Vertigini. Mal di testa. Respirazione difficoltosa. Incoscienza.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro. Lavarsi le mani prima di mangiare.  Somministrare una dispersione di carbone attivo in acqua. Vedi Note. Sottoporre all'attenzione del medico . 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: indumento di protezione completa munito di autorespiratore. Non permettere la contaminazione dell'ambiente da parte del prodotto chimico. Raccogliere la sostanza sversata in contenitori essiccati coperti. Raccogliere il residuo con cura. Poi immagazzinare e smaltire secondo le normative locali. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

skull;toxiccancer;health hazenviro;aqua
PERICOLO
A contatto con l'acqua libera gas infiammabili che possono infiammarsi spontaneamente
Letale se ingerito
Nocivo per contatto con la pelle
Provoca irritazione oculare
Provoca danni al sistema nervoso centrale se ingerito
Provoca danni al fegato e ai reni in caso di esposizione prolungata o ripetuta se ingerito
Molto tossico per gli organismi acquatici 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 4.3; UN Rischi supplementari: 6.1; UN Gruppo di imballaggio:I 

STOCCAGGIO
Separato da forti ossidanti, acidi e acqua. Secco. Freddo. Conservare in un locale ben ventilato. 
IMBALLAGGIO
 
ZINCO FOSFURO ICSC: 0602
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
CRISTALLI GRIGIO SCURO, POLVERE O PASTA CON ODORE CARATTERISTICO. 

Pericoli da agenti fisici
 

Rischio chimico
Si decompone per riscaldamento e per contatto con acidi. Si decompone lentamente a contato con acqua. Questo produce fumi di ossidi di fosforo e ossidi di zinco tossici e infiammabili e fosfina. Reagisce violentemente con i forti ossidanti. Questo genera rischio di incendio. 

Formula: Zn3P2
Massa molecolare: 258.1
Punto di ebollizione: 1100°C
Punto di fusione: 420°C
Densità: 4.6 g/cm³
Solubilità in acqua: nessuna, si decompone lentamente 


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione dei suoi aerosol, attraverso la cute e per ingestione. 

Effetti di esposizione a breve termine
La sostanza è irritante per il tratto respiratorio. La sostanza può provocare effetti sul fegato, sui reni, sul cuore e sul sistema nervoso. L'esposizione ad alti livelli potrebbe provocare morte. L'inalazione di prodotti di decomposizione (fosfina) può provocare edema polmonare. Vedi Note. 

Rischi per inalazione
L'evaporazione a 20°C è trascurabile; può essere comunque raggiunta rapidamente una concentrazione dannosa di particelle aerodisperse , specialmente se in polvere. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
La sostanza può avere effetto sul sistema nervoso. 


Limiti di esposizione occupazionale
MAK: (respirable fraction): 0.1 mg/m3; peak limitation category: I(4); pregnancy risk group: C.
MAK: (inhalable fraction): 2 mg/m3; peak limitation category: I(2); pregnancy risk group:

AMBIENTE
La sostanza è molto tossica per gli organismi acquatici. Questa sostanza può essere pericolosa per l'ambiente. Una attenzione particolare deve essere posta agli uccelli e ai mammiferi. 

NOTE
Reagisce violentemente con agenti estinguenti quali l'acqua e il biossido di carbonio.
A seconda del grado di esposizione, sono consigliati esami clinici periodici.
I sintomi dell'edema polmonare spesso non si manifestano prima di alcune ore e sono aggravati dallo sforzo fisico. Sono quindi essenziali riposo e osservazione medica.
Deve essere considerata la somministrazione immediata di appropriata terapia inalatoria da un medico, o da una persona autorizzata.
If a patient vomits after ingestion, collect the vomitus in a plastic bag to prevent emission of phosphine.
See ICSC 0694.
EU Supplementary Hazard Statements EUH029 ('Contact with water liberates toxic gas') and EUH032 ('Contact with acids liberates very toxic gas') may apply. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
Simbolo: F, T+, N; R: 15/29-28-32-50/53; S: (1/2)-3/9/14-30-36/37-45-60-61 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018