« back to the search result list(it)  
ACIDO FLUORIDRICOICSC: 0283
Fluoruro di idrogeno
Acido idrofluorico, anidro
Aprile 2017
CAS #: 7664-39-3
UN #: 1052
EC Number: 231-634-8

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Non combustibile. Parecchie reazioni possono causare incendio o esplosione.  Rischio di incendio e di esplosione a contatto con sostanze incompatibili. Vedi Pericoli Chimici.  Evitare il contatto con sostanze incompatibili. Vedi Pericoli Chimici.    In caso di incendio nell'ambiente circostante, utilizzare appropriati mezzi estinguenti.  In caso di incendio mantenere fredda la bombola irrorando con acqua. Combattere il fuoco da una posizione protetta. 

 EVITARE OGNI CONTATTO! IN OGNI CASO CONSULTARE UN MEDICO! Vedi Note. 
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Sensazione di bruciore. Mal di gola. Tosse. Difficoltà respiratoria. Respiro affannoso. Nausea. Vomito. I sintomi possono comparire in ritardo. Vedi Note.  Utilizzare ventilazione, aspirazione localizzata o dispositivi di protezione delle vie respiratorie.  Aria fresca, riposo. Posizione semi eretta. Può essere necessaria la respirazione artificiale. Richiedere assistenza medica immediata. 
Cute PUO'ESSERE ASSORBITO! Arrossamento. Dolore. Gravi ustioni cutanee. Vesciche Vedi Inalazione.  Guanti protettivi. Vestiario protettivo. Grembiule.  Indossare guanti protettivi quando si presta il primo soccorso. Rimuovere i vestiti contaminati. Sciacquare la cute con abbondante acqua o con una doccia. Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico. 
Occhi Arrossamento. Dolore. Gravi ustioni.  Indossare visiera o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Sciacquare con abbondante acqua (rimuovere le lenti a contatto se è possibile). Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico. 
Ingestione Bruciore in bocca e in gola. Sensazione di bruciore. Dolori addominali. Vomito. Shock o collasso.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro. Lavarsi le mani prima di mangiare.  Risciacquare la bocca. Non dare nulla da bere. Non indurre il vomito. Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico. 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: tuta di protezione da composti chimici impermeabile al gas munita di autorespiratore. Non permettere la contaminazione dell'ambiente da parte del prodotto chimico. Ventilazione. Rimuovere il vapore con acqua nebulizzata. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

skull;toxiccorrcancer;health haz
PERICOLO
Letale se ingerito o inalato
Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari
Può irritare le vie respiratorie
Provoca danni alle ossa in caso di esposizione prolungata o ripetuta
Nocivo per gli organismi acquatici 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 8; UN Rischi supplementari: 6.1; UN Gruppo di imballaggio:I 

STOCCAGGIO
Freddo. Ben chiuso. A prova di fuoco se all'interno di un edificio. Ventilazione lungo il pavimento. Separato da alimenti e mangimi e materiali non compatibili. Immagazzinare in un'area senza tombini o accesso alle fogne. Vedi Pericoli Chimici. 
IMBALLAGGIO
Non trasportare con alimenti e mangimi. 
ACIDO FLUORIDRICO ICSC: 0283
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
GAS INCOLORE O LIQUIDO INCOLORE FUMANTE CON ODORE PUNGENTE. 

Pericoli da agenti fisici
Il gas è più pesante dell'aria. Vedi Note. 

Rischio chimico
La sostanza è un acido debole. Reagisce violentemente con molti composti. Questo genera rischio di incendio e di esplosione. Reagisce violentemente con le basi ed è corrosivo per i comuni metalli con formazione di gas infiammabile/esplosivo (idrogeno - vediICSC0001). Attacca il vetro, alcuni tipi di plastica, la gomma and i rivestimenti. 

Formula: HF
Massa molecolare: 20.0
Punto di ebollizione: 20°C
Punto di fusione: -83°C
Densità relativa (acqua = 1): 1.0 (liquido a 4°C)
Solubilità in acqua: molto buona
Tensione di vapore, kPa a 25°C: 122
Densità relativa del vapore (aria = 1): 0.7-2.6 (see Notes) 


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
Gravi effetti sistemici e effetti locali per tutte le vie di esposizione. 

Effetti di esposizione a breve termine
La sostanza è molto corrosivo per gli occhi, la cute e il tratto respiratorio. L'inalazione di gas o vapore può provocare edema polmonare. L'inalazione può provocare reazioni di tipo asmatico (RADS). L'esposizione potrebbe provocare asfissia a causa del gonfiore nella gola. L'inalazione può provocare polmonite. Vedi Note. L'esposizione potrebbe provocare ipocalcemia. Gli effetti possono essere ritardati. L'esposizione al di sopra del limite di esposizione professionale potrebbe provocare morte. 

Rischi per inalazione
In caso di perdita, può essere raggiunta molto rapidamente una concentrazione dannosa di questo gas in aria. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
Fluoride can accumulate in teeth, joints and bones. This may result in stained tooth enamel up to joint and bone disorders (fluorosis). 


Limiti di esposizione occupazionale
TLV: (as F): 0.5 ppm as TWA; 2 ppm as STEL; (skin); BEI issued.
MAK: (as F): 0.83 mg/m3, 1 ppm; peak limitation category: I(2); pregnancy risk group: C.
EU-OEL: 1.5 mg/m3 as TWA; 2.5 mg/m3 as STEL 

AMBIENTE
La sostanza è nociva per gli organismi acquatici. 

NOTE
Il valore limite di esposizione non deve essere superato in alcun momento della lavorazione.
I sintomi dell'edema polmonare spesso non si manifestano prima di alcune ore e sono aggravati dallo sforzo fisico. Sono quindi essenziali riposo e osservazione medica.
In caso di avvelenamento con questa sostanza e'necessario uno specifico trattamento; devono essere disponibili mezzi opportuni e relative istruzioni
Isolare i vestiti contaminati chiudendoli in un sacco o in un altro contenitore.
Turn leaking cylinder with the leak up to prevent escape of gas in liquid state.
UN number for hydrogen fluoride in aqueous solution: 1790, hazard class 8, subsidiary hazard 6.1, pack group I (>60%).
Vedi ICSC 1777.
There is an association of anhydrous hydrogen fluoride molecules in the vapour and liquid states at normal room temperatures and pressures. The degree of association is dependent on the temperature. Therefore physical constants such as vapour density vary with temperature from 2.6 at 20 °C to 0.7 at 65 °C. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
ITALIA VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE PROFESSIONALE
TLV calcolato sulle 8 ore: 1,5 mg/m³; 1,8 ppm;
TLV breve termine: 2,5 mg/m³; 3 ppm;
ai sensi del D.Lgs.2 Febbraio 2002, N° 25.  Classificazione CE
Simbolo: T+, C; R: 26/27/28-35; S: (1/2)-7/9-26-36/37/39-45 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018