« back to the search result list(it)  
IDRAZINAICSC: 0281
Diamide
Diamina
Idruro di azoto
(anidro)
Novembre 2009
CAS #: 302-01-2
UN #: 2029
EC Number: 206-114-9

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Infiammabile.  Al di sopra di 40°C possono formarsi miscele esplosive di vapore/aria. Rischio di incendio e di esplosione a contatto con molti materiali.  Evitare fiamme libere, scintille e non fumare.  Sopra 40°C usare un sistema chiuso, ventilazione e apparecchi elettrici a prova di esplosione.  Usare schiuma resistente all'alcool, schiuma, getto d'acqua, polvere secca, biossido di carbonio.  In caso di incendio mantenere i contenitori, etc. freddi spruzzando con acqua. Combattere il fuoco da una posizione protetta. 

 EVITARE OGNI CONTATTO! IN OGNI CASO CONSULTARE UN MEDICO! 
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Tosse. Sensazione di bruciore. Mal di testa. Confusione. Sonnolenza. Nausea. Respiro affannoso. Convulsioni. Perdita di conoscenza.  Utilizzare sistema chiuso e ventilazione.  Aria fresca, riposo. Posizione semi eretta. Richiedere assistenza medica immediata. 
Cute PUO'ESSERE ASSORBITO! Arrossamento. Dolore. Ustioni della cute.  Guanti protettivi. Vestiario protettivo.  Prima sciacquare con acqua per almeno 15 minuti, quindi rimuovere i vestiti contaminati e sciacquare ancora. Vedi Note. Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico. 
Occhi Arrossamento. Dolore. Vista offuscata. Gravi ustioni.  Indossare visiera o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Sciacquare con abbondante acqua (rimuovere le lenti a contatto se è possibile). Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico. 
Ingestione Bruciore in bocca e in gola. Dolori addominali. Diarrea. Vomito. Shock o collasso. Inoltre vedi Inalazione.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro. Lavarsi le mani prima di mangiare.  Risciacquare la bocca. Non dare nulla da bere. Non indurre il vomito. Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico. 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: indumento di protezione completa munito di autorespiratore. Non permettere la contaminazione dell'ambiente da parte del prodotto chimico. Raccogliere il liquido che fuoriesce in contenitori non metallici sigillabili. Assorbire il liquido restante con sabbia or assorbente inerte. Poi immagazzinare e smaltire secondo le normative locali. Non assorbire con segatura o altri materiali assorbenti combustibili. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

flam;flamecorrskull;toxiccancer;health hazenviro;aqua
PERICOLO
Liquido e vapori infiammabili
Letale se inalato o per contatto con la pelle
Tossico se ingerito
Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari
Può provocare una reazione allergica cutanea
Sospettato di provocare difetti genetici
Sospettato di provocare il cancro
Provoca danni al fegato e al sistema nervoso centrale
Provoca danni al fegato, ai polmoni, ai reni e al sistema nervoso centrale in caso di esposizione prolungata o ripetuta
Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 8; UN Rischi supplementari: 3 e 6.1; UN Gruppo di imballaggio:I 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Separato da acidi, metalli, ossidanti e alimenti e mangimi. Conservare sotto gas inerte. Provvedere al contenimento dei reflui prodotti da spegnimento di un incendio. Immagazzinare in un'area senza tombini o accesso alle fogne. 
IMBALLAGGIO
Materiale speciale.
Imballaggio infrangibile.
Collocare gli imballaggi fragili in contenitori infrangibili chiusi.
Non trasportare con alimenti e mangimi. 
IDRAZINA ICSC: 0281
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
LIQUIDO INCOLORE FUMANTE OLEOSO IGROSCOPICO CON ODORE PUNGENTE. 

Pericoli da agenti fisici
Assenza di dati. 

Rischio chimico
Si decompone . Questo produce ammoniaca, idrogeno e ossidi di azoto. Questo genera rischio di incendio e di esplosione. La sostanza è un agente fortemente riducente. Reagisce violentemente con gli ossidanti. La sostanza è una base mediamente forte. Reagisce violentemente con gli acidi, molti metalli, gli ossidi di metalli e i materiali porosi. Questo genera rischio di incendio e di esplosione. Non sono necessari aria o ossigeno per la decomposizione. 

Formula: N2H4 / H2N-NH2
Massa molecolare: 32.1
Punto di ebollizione: 114°C
Punto di fusione: 2°C
Densità relativa (acqua = 1): 1.01
Solubilità in acqua: miscibile
Tensione di vapore, kPa a 20°C: 2.1
Densità relativa del vapore (aria = 1): 1.1
Densità relativa della miscela vapore/aria a 20°C (air = 1): 1.00
Flash point: 40°C c.c.
Temperatura di autoaccensione: 270°C
Limiti di eplosività, vol% in aria: 4.7-100
Coefficiente di ripartizione ottanolo/acqua come log Pow: -2.1
Viscosità: 0.0009 mm²/s a 20°C 


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione, attraverso la cute e per ingestione. Gravi effetti locali per tutte le vie di esposizione. 

Effetti di esposizione a breve termine
La sostanza è corrosivo per gli occhi, la cute e il tratto respiratorio. L'inalazione può provocare edema polmonare, ma solo dopo che si sono manifestati effetti corrosivi su occhi e/o delle vie respiratorie. Corrosivo in caso di ingestione. La sostanza può provocare effetti sul fegato e sul sistema nervoso centrale. L'esposizione potrebbe provocare morte. 

Rischi per inalazione
Può essere raggiunta molto rapidamente una concentrazione dannosa in aria per evaporazione della sostanza a 20°C. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
Contatti ripetuti o prolungati possono provocare sensibilizzazione cutanea. La sostanza può avere effetto sul fegato, sui reni e sul sistema nervoso centrale. Questa sostanza è un possibile cancerogeno per l'uomo. 


Limiti di esposizione occupazionale
TLV: 0.01 ppm as TWA; (skin); A3 (confirmed animal carcinogen with unknown relevance to humans).
EU-OEL: 0.013 mg/m3, 0.01 ppm as TWA; (skin).
MAK: skin absorption (H); sensitization of skin (SH); carcinogen category:

AMBIENTE
La sostanza è molto tossica per gli organismi acquatici. Si raccomanda vivamente che questa sostanza non sia immessa nell'ambiente. 

NOTE
Auto-ignition temperature varies from 24°C on a rusty iron surface to 270°C on glass surface.
I sintomi dell'asma spesso non si manifestano prima di alcune ore e sono aggravati dallo sforzo fisico. Sono quindi essenziali riposo e osservazione medica.
In caso di avvelenamento con questa sostanza e'necessario uno specifico trattamento; devono essere disponibili mezzi opportuni e relative istruzioni
L'odore è un avvertimento insufficiente di superamento del limite di esposizione.
Rinse contaminated clothing with plenty of water because of fire hazard.
Non portare a casa abiti da lavoro.
Other UN numbers are: UN 2030 Hydrazine aqueous solution, with more than 37% hydrazine by mass, having a flash-point of not more than 60 °C: hazard class: 8, subsdiary risks: 3 and/or 6.1, packing group: I; Hydrazine aqueous solution, with more than 37% hydrazine by mass: hazard class: 8, subsdiary risk: 6.1, packing group: II-III. UN 3293 Hydrazine, aqueous solutions with not more than 37% of hydrazine, hazard class: 6.1, packing group: III. Other CAS-numbers are: 7803-57-8 for the 64% aqueous solution and 10217-52-4 for the 55% aqueous solution. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
Simbolo: T, N; R: 45-10-23/24/25-34-43-50/53; S: 53-45-60-61; Nota: E 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018