« back to the search result list(it)  
OSSIDO DI ETILENEICSC: 0155
1,2-Epossietano
Ossirano
Dimetilene ossido
Luglio 2015
CAS #: 75-21-8
UN #: 1040
EC Number: 200-849-9

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Estremamente infiammabile.  Miscele di gas/aria sono esplosive. Rischio di incendio e di esplosione in conseguenza di decomposizione dopo riscaldamento.  Evitare fiamme libere, scintille e non fumare.  Sistema chiuso, ventilazione, apparecchi elettrici e di illuminazione a prova di esplosione. Usare strumenti manuali antiscintilla.  Chiudere l'alimentazione;se non è possibile e non c'è rischio per l'ambiente circostante, lasciare che il fuoco si esaurisca. In altri casi spegnere con polvere, schiuma resistente all'alcool, getto d'acqua, biossido di carbonio.  In caso di incendio mantenere fredda la bombola irrorando con acqua. Combattere il fuoco da una posizione protetta. 

 EVITARE OGNI CONTATTO! IN OGNI CASO CONSULTARE UN MEDICO! 
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Tosse. Sonnolenza. Mal di testa. Nausea. Mal di gola. Vomito. Debolezza.  Utilizzare sistema chiuso o ventilazione.  Aria fresca, riposo. Richiedere assistenza medica. 
Cute PUO'ESSERE ASSORBITO! Congelamento. Arrossamento. Dolore.  Guanti protettivi. Guanti isolanti dal freddo. Vestiario protettivo.  Rimuovere i vestiti contaminati. IN CASO DI CONGELAMENTO:sciacquare con abbondante acqua, NON rimuovere i vestiti. Sciacquare la cute con abbondante acqua o con una doccia. Sottoporre all'attenzione del medico . 
Occhi Arrossamento. Dolore. Vista offuscata.  Indossare protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.  Prima sciaquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile), quindi sottoporre all'attenzione del medico. 
Ingestione   Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro. Lavarsi le mani prima di mangiare.   

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: tuta di protezione da composti chimici impermeabile al gas munita di autorespiratore. Ventilazione. Non smaltire in fognatura. Mai usare il getto d'acqua sul liquido. Rimuovere i gas con acqua nebulizzata. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

flam;flamecylinder;gasskull;toxiccancer;health haz
PERICOLO
Gas altamente infiammabile
Contiene gas sotto pressione; può esplodere se riscaldato
Tossico se si inala
Provoca grave irritazione oculare
Provoca irritazione cutanea
Può provocare irritazione delle vie respiratorie
Può provocare difetti genetici
Può provocare il cancro 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 2.3; UN Rischi supplementari: 2.1 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Freddo. 
IMBALLAGGIO
 
OSSIDO DI ETILENE ICSC: 0155
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
GAS INCOLORE COMPRESSO LIQUEFATTO CON ODORE CARATTERISTICO. 

Pericoli da agenti fisici
Il gas è più pesante dell'aria e può spostarsi lungo il suolo; è possibile un incendio a distanza. 

Rischio chimico
La sostanza può polimerizzare a causa del riscaldamento sotto l'influenza di acidi, basi, cloruri metallici e ossidi metallici. Questo genera rischio di incendio o esplosione. Si decompone sopra 560°C in assenza di aria. Questo genera rischio di incendio e di esplosione. Reagisce violentemente con molti composti. 

Formula: C2H4O
Massa molecolare: 44.1
Punto di ebollizione: 11°C
Punto di fusione: -111°C
Densità relativa (acqua = 1): 0.9
Solubilità in acqua: miscibile
Tensione di vapore, kPa a 20°C: 146
Densità relativa del vapore (aria = 1): 1.5
Flash point: Gas infiammabile
Temperatura di autoaccensione: 429°C
Limiti di eplosività, vol% in aria: 3-100
Coefficiente di ripartizione ottanolo/acqua come log Pow: -0.3  


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per inalazione e attraverso la cute. 

Effetti di esposizione a breve termine
Il vapore è irritante per gli occhi, la cute e il tratto respiratorio. Soluzioni acquose possono provocare vesciche cutanee. Una rapida evaporazione del liquido può provocare congelamento. 

Rischi per inalazione
In caso di perdita, può essere raggiunta molto rapidamente una concentrazione dannosa di questo gas in aria. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
Contatti ripetuti o prolungati possono provocare sensibilizzazione cutanea. Esposizioni ripetute o prolungate possono provocare asma. La sostanza può avere effetto sul sistema nervoso. Questa sostanza è cancerogena per l'uomo. Può provocare danni genetici ereditabili nell'uomo 


Limiti di esposizione occupazionale
TLV: 1 ppm as TWA; A2 (suspected human carcinogen).
EU-OEL: 1.8 mg/m3, 1 ppm as TWA; (skin).
MAK: skin absorption (H); carcinogen category: 2; germ cell mutagen group:

AMBIENTE
La sostanza è nociva per gli organismi acquatici. 

NOTE
Chiunque abbia avuto sintomi di asma a causa di questa sostanza, dovrebbe evitare ogni ulteriore contatto.
I sintomi dell'asma spesso non si manifestano prima di alcune ore e sono aggravati dallo sforzo fisico. Sono quindi essenziali riposo e osservazione medica.
Capovolgere la bombola che perde nella parte superiore per prevenire fuoriuscita di gas liquefatto.
L'odore è un avvertimento insufficiente di superamento del limite di esposizione. 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
Simbolo: F+, T; R: 45-46-12-23-36/37/38; S: 53-45; Nota: E 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018