« back to the search result list(it)  
ACIDO PICRICOICSC: 0316
2,4,6-Trinitrofenolo
Acido picronitrico
Fenolo trinitrato
2-Idrossi-1,3,5-trinitrobenzene
Acido carbazotico
Acido carbonitrico
Acido nitrofenesico
Acido nitroxantico
Settembre 2008
CAS #: 88-89-1
UN #: 0154 (vedi Note)
EC Number: 201-865-9

  RISCHI ACUTI PREVENZIONE MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO ed ESPLOSIONE Combustibile. Parecchie reazioni possono causare incendio o esplosione. Vedi Note.  Rischio di incendio e di esplosione.  Evitare fiamme libere, scintille e non fumare.  NON esporre a sfregamento o urti. Usare strumenti manuali antiscintilla. Evitare la deposizione di polveri. Sistema chiuso, apparecchi elettrici e di illuminazione a prova di polveri esplosive.  Usare acqua in grande quantità.  In caso di incendio mantenere i contenitori, etc. freddi spruzzando con acqua. 

 PREVENIRE LA DISPERSIONE DELLA POLVERE!  
  SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO
Inalazione Mal di testa. Nausea. Vomito.  Utilizzare aspirazione localizzata o dispositivi di protezione delle vie respiratorie.  Aria fresca, riposo. Richiedere assistenza medica. 
Cute   Guanti protettivi.  Sciacquare e poi lavare la cute con acqua e sapone. Richiedere le cure del medico se ti senti indisposto. 
Occhi Arrossamento.  Indossare Occhiali protettivi a mascherina.  Sciacquare con abbondante acqua per alcuni minuti (rimuovere le lenti a contatto se è possibile). 
Ingestione Mal di testa. Vertigini. Nausea. Vomito. Diarrea.  Non mangiare, bere o fumare durante il lavoro.  Risciacquare la bocca. Dare da bere uno o due bicchieri di acqua. Sottoporre all'attenzione del medico . 

RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA
Rimuovere tutte le sorgenti di accensione. Evacuare la zona pericolosa. Consultare un esperto! Protezione personale: respiratore con filtro antiparticolato idoneo alla concentrazione atmosferica della sostanza. Raccogliere la sostanza che fuoriesce in contenitori. Se è opportuno, preumidificare per evitare la dispersione di polvere Raccogliere il residuo con cura. Poi immagazzinare e smaltire secondo le normative locali. Non permettere la contaminazione dell'ambiente da parte del prodotto chimico. 

Conformemente ai criteri ONU GHS

explskull;toxic
Esplosivo; pericolo di esplosione di massa
Tossico se ingerito
Provoca irritazione oculare
Nocivo per gli organismi acquatici 

Trasporto
Classificazione ONU
UN Classe di rischio: 1.1D 

STOCCAGGIO
A prova di fuoco. Freddo. La sostanza deve essere mantenuta umida. Separato da forti ossidanti, metalli e agenti riducenti. Immagazzinare in un'area senza tombini o accesso alle fogne. 
IMBALLAGGIO
Materiale speciale. 
ACIDO PICRICO ICSC: 0316
INFORMAZIONI FISICO-CHIMICHE

Stato fisico; Aspetto
CRISTALLI GIALLI. 

Pericoli da agenti fisici
Le cariche elettrostatiche possono essere generate dal flusso, dall'agitazione, etc. È possibile l'esplosione della polvere miscelata con aria, quando è sotto forma pulverulenta o granulare. 

Rischio chimico
Può decomporsi per urto, sfregamento o urto violento. Può esplodere per riscaldamento. Miscele con il rame, il piombo, il mercurio, lo zinco e gli altri metalli sono sensibili all'urto. Alla combustione, forma ossidi di carbonio e di azoto tossici. Reagisce con gli ossidanti e gli agenti riducenti. 

Formula: C6H2(NO2)3OH
Massa molecolare: 229.1
Si decompone a 300°C
Punto di fusione: 122°C
Densità: 1.8 g/cm³
Solubilità in acqua, g/100ml: 1.4
Tensione di vapore, kPa a 20°C: negligible
Densità relativa del vapore (aria = 1): 7.9
Flash point: 150°C c.c.
Temperatura di autoaccensione: 300°C
Coefficiente di ripartizione ottanolo/acqua come log Pow: 2.03  


ESPOSIZIONE ed EFFETTI SULLA SALUTE

Vie di esposizione
La sostanza può essere assorbita dall'organismo per ingestione. 

Effetti di esposizione a breve termine
La sostanza è blandamente irritante per gli occhi. 

Rischi per inalazione
L'evaporazione a 20°C è trascurabile; può essere comunque raggiunta rapidamente una concentrazione dannosa di particelle aerodisperse. 

Effetti di esposizione a lungo termine o ripetuta
Contatti cutanei ripetuti o prolungati possono provocare dermatiti. L'ingestione può provocare effetti sul tratto gastrointestinale, sui reni, sul fegato e sul sangue. 


Limiti di esposizione occupazionale
TLV: 0.1 mg/m3, as TWA.
EU-OEL: 0.1 mg/m3 as TWA.
MAK: skin absorption (H); sensitization of skin (SH); carcinogen category: 3B 

AMBIENTE
La sostanza è nociva per gli organismi acquatici. 

NOTE
Non portare a casa abiti da lavoro.
Rinse contaminated clothing with plenty of water because of fire hazard.
UN number 0154 refers to picric acid, dry or moistened with less than 30% water by mass.
For safety transportation, 30% water or more is usually added.
Other UN number is 1344, with not less than 30% water by mass, hazard class 4.1, packing group I.
UN 3364 Trinitrophenol(picric acid), wetted with not less than 10% water, by mass; Hazard class: 4.1, Packing Group I 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
  Classificazione CE
Simbolo: E, T; R: 3-4-23/24/25; S: (1/2)-28-35-36/37-45 

(it)ILO, WHO o l'Unione europea non sono responsabili della qualità o della correttezza della traduzione , né dell'uso che verrà fatto di queste informazioni.
© Versione in Italiano, Arpae ER, 2018